IT
Domande? Lunedì-Giovedì 9-20 Venerdì 9-18 Sabato 9.30-18 | 02 80 88 72 56 (numero verde) | ciao@cuba-buddy.it

FAQ

Hai qualche domanda? Abbiamo cercato di rispondere in anticipo alle domande più importanti qui.

Informazioni importanti prima del viaggio

Per i cittadini dell’Unione Europea è necessario un visto turistico. Questo documento dà diritto ad un soggiorno massimo di 30 giorni. I viaggiatori business hanno bisogno di un altro tipo di visto. Il visto turistico può essere ottenuto da un rappresentante di Cuba circa 3 settimane prima della partenza, ma anche da noi.

  • Passaporto valido per almeno 6 mesi dopo il soggiorno (anche temporaneo)
  • Prova di un’assicurazione sanitaria internazionale valida (in spagnolo)
  • Prova di alloggio
  • Biglietti di andata e ritorno
  • Fondi sufficienti sono necessari

Il visto turistico (Tarjeta del turista) si può ottenere da noi, il vostro tour operator (da 27,50 Euro, IVA inclusa / spese di spedizione escluse). È inoltre possibile ottenerlo dall’ambasciata cubana in Italia o dalla maggior parte delle compagnie aeree, direttamente all’aeroporto. È valido per 30 giorni, ma può essere esteso anche in loco (una volta, per 30 giorni, con un costo di 25 CUC in contanti all’aeroporto). All’ingresso nel Paese è necessario esibire il visto turistico insieme al passaporto. Questo visto, che compilate voi stessi prima di entrare nel Paese, sarà timbrato all’ingresso. La parte che non viene trattenuta deve essere tenuta bene, perché ne avrete bisogno per la vostra partenza. Se smarrite il visto turistico potrebbero crearvi problemi e portarvi a soggiornare più a lungo in aeroporto.

Sì, e avrete bisogno anche di un documento in spagnolo che certifichi la validità di questa assicurazione sanitaria internazionale.
Senza di esso, l’ingresso può essere negato. Chiedete alla vostra compagnia di assicurazione se possono rilasciarvi questo documento. Se doveste avere difficoltà con la vostra compagnia di assicurazioni, possiamo consigliare Allianz Global Assistance o AXA Assistance. L’esperienza ha dimostrato che alla maggior parte dei controlli non hanno bisogno di controllare il documento, ma se avete inaspettatamente bisogno di vedere un medico, è importante esserne in possesso.

Informazioni sul clima: ci si dovrebbe aspettare un clima caldo e subtropicale tutto l’anno a Cuba. Un vento costante ammorbidisce le temperature. In estate ci sono più precipitazioni che in inverno e le temperature sono di circa 25-30°C, contro i circa 20-25°C invernali.
Periodo di viaggio migliore: da novembre ad aprile.
La principale stagione di viaggio a Cuba va da metà novembre a metà aprile. Le temperature in questo periodo sono leggermente inferiori a quelle degli altri mesi, anche se in genere a Cuba le escursioni termiche sono molto limitate. Le temperature sono comprese tra 25°-28° con una temperatura dell’acqua di 25°. Nel periodo che va da novembre a marzo/aprile circa è anche la stagione del tabacco e si ha una fantastica visione della raccolta.
Da giugno a novembre (stagione degli uragani) ci possono essere forti piogge, tempeste tropicali e talvolta frane a Cuba. Vi consigliamo di seguire le previsioni meteo regionali durante il vostro viaggio e di seguire le istruzioni delle autorità locali.
Informazioni aggiornate sono disponibili su Internet all’indirizzo www.nhc.noaa.gov e www.weather.com.

Se volete, potete prenotare i voli direttamente da noi. Gli aeroporti migliori per volare a Cuba sono Milano Malpensa, che offre voli diretti per L’Avana, Roma Fiumicino, che offre voli diretti per Santiago, mentre tutti gli altri aeroporti italiani offrono voli con uno o più scali per Cuba. I principali aeroporti di destinazione a Cuba sono l’Avana e Varadero e recentemente è stato servito anche Holguín. Con un po’ di fortuna troveremo un volo interno che vi permetterà di atterrare a L’Avana e tornare da Holguín con un piccolo supplemento. Così potete evitare di tornare a L’Avana e potrete visitare più a fondo il Paese. Se desiderate prenotare i voli voi stessi, pensiamo che troverete le migliori offerte su TUI fly in questo momento. Se fate un buon affare, per esperienza personale, possiamo dire che il costo totale per i voli di andata e ritorno è di circa 800 euro.

Spesso ci vengono richiesti souvenir significativi per la gente di Cuba.
I prodotti per l’igiene personale, deodorante, sapone, profumo, ecc. sono regali di benvenuto perché sono molto costosi in loco o perché la qualità lascia molto a desiderare. Anche gli utensili da scrittura, i palloncini (per i bambini) e i dolci sono accettati di buon grado.
Raccomandiamo, tuttavia, di non distribuire questi piccoli regali in modo casuale per strada, ma di distribuirli in occasioni adeguate (agli albergatori, alle persone che si conoscono o che si aiutano). Finché i quantitativi non sono esagerati, le dogane non sono interessate quando entrano nel paese. In alternativa, è possibile sostenere un progetto sociale in loco e, ad esempio, assumere una sponsorizzazione con “Kuba Hilfe” per garantire una buona educazione ai bambini svantaggiati. Ulteriori informazioni possono essere trovate qui: http://www.kuba-hilfe.de/

A seconda di come si viaggia attraverso Cuba, avrete naturalmente bisogno di attrezzature diverse, quindi se si naviga tra i Cayos, probabilmente avrete bisogno di meno repellente per le zanzare rispetto ai birdwatcher nella palude del Parco Nazionale di Cienega de Zapata.
Sia che facciate la valigia all’ultimo minuto o che stiate pianificando settimane prima della vostra partenza, in modo che non vi dimentichiate nulla e abbiate con voi tutto ciò di cui avete bisogno, abbiamo messo insieme una packing list basata sulla nostra esperienza a Cuba.
Tutto quello che dovete fare è fare i bagagli, spuntare la lista e partire. Vi auguriamo un viaggio indimenticabile! Lista di controllo prima del viaggio:
✗ Controllare se il passaporto è ancora valido (per 6 mesi oltre il soggiorno)
✗ Organizzare carte turistiche
✗ Stipulare un’assicurazione sanitaria internazionale e richiedere la prova in spagnolo
✗ Eventualmente stipulare un’assicurazione per l’annullamento del viaggio.
A nostro avviso, il blog di viel-unterwegs.de offre una checklist degna di nota (sito tedesco).

Qui di seguito sono raccolte alcune citazioni dal sito del Ministero degli Affari Esteri tedesco (https://www.auswaertiges-amt.de/DE/Laenderinformationen/00-SiHi/KubaSicherheit.html) riguardante la dogana e le sanzioni. Le informazioni qui riportate riguardano i limiti di importazione ed esportazione al confine cubano, e quindi sono state ritenute attendibili ed universalmente utili. In caso di dubbi consigliamo di contattare l’ambasciata cubana più vicina.

“Anche gli apparecchi elettrici possono essere importati solo nella misura in cui sono destinati ad uso personale e non come regali a cittadini cubani. I regali (importazioni non commerciali) di valore compreso tra 50 CUC e 250 CUC o più sono soggetti a un dazio doganale del 100 %. Ulteriori informazioni possono essere richieste alla rappresentanza diplomatica o consolare cubana competente. L’importazione di walkie-talkie, telefoni satellitari e dispositivi GPS è vietata o soggetta ad autorizzazione preventiva delle competenti autorità cubane. Computer portatili, macchine fotografiche e telefoni cellulari con funzione GPS non sono interessati.
L’importazione di alimenti freschi (ad es. salsicce fresche, prodotti lattiero-caseari, verdura, frutta) è vietata per motivi di salute.
L’importazione e l’esportazione di pesos è vietata”.

Non portate con voi oggetti provenienti da Cuba che potrebbero essere beni culturali cubani. Ciò può valere anche per le monete vecchie. Si possono ottenere informazioni su questo e sulle licenze di esportazione: Bienes Culturales, Calle 17 #1009, entre 10 y 12, Vedado, telefono: 839658. Il permesso costa solo pochi pesos, ma risparmia possibili problemi alla partenza.

“Disposizioni in materia di esportazione dei prodotti del tabacco:
È possibile esportare fino a venti (20) sigari sfusi senza dover fornire la prova dell’origine e l’acquisto. Possono essere esportati fino a cinquanta (50) sigari a condizione che siano contenuti in confezioni originali sigillate con un ologramma ufficiale. Più di cinquanta (50) sigari possono essere esportati solo su presentazione di una fattura originale rilasciata dai negozi statali ufficialmente autorizzati. La fattura deve riguardare il quantitativo totale di tabacco destinato all’esportazione. Anche in questi casi è indispensabile che i sigari siano chiusi, sigillati e con ologramma ufficiale fornito nella confezione originale.
Informazioni dettagliate sulle normative cubane in materia di importazione ed esportazione sono disponibili sul sito web della dogana cubana all’indirizzo www.aduana.co.cu”.

Ulteriori informazioni doganali sull’importazione di merci possono essere ottenute presso l’ambasciata del Paese di destinazione. Solo in questo caso possono essere fornite informazioni giuridicamente vincolanti.

Ha senso portare con sé un saldo in contanti in euro. Inoltre, è possibile prelevare denaro ai bancomat con carta di credito e con la giusta carta di credito, il prelievo non comporta commissioni aggiuntive. Per sicurezza, è meglio portare con sé diverse carte di credito. Le carte Visa generalmente funzionano meglio nei distributori automatici rispetto alle carte Mastercard. Se non funzionassero con i Bancomat, è anche possibile prelevare denaro allo sportello bancario mostrando il passaporto. Tuttavia, questo è spesso associato a lunghe code. Le carte di credito delle società statunitensi non sono generalmente accettate ai distributori automatici. Si consiglia di dotarsi di denaro sufficiente, in quanto non si dovrebbe fare affidamento sul numero e la qualità dei bancomat a Cuba. Ulteriori informazioni sono disponibili alla voce “Bancomat a Cuba”.

È possibile prelevare contanti all’arrivo nell’aeroporto de L’Avana.
Negli alberghi più grandi è possibile cambiare i vostri soldi perchè ci sono degli uffici di cambio. Questo è possibile anche nelle banche, ma a causa delle lunghe code è spesso necessaria molta pazienza.
Attenzione: il circuito MasterCard potrebbe non funzionare. L’importazione e l’esportazione di pesos è vietata. I CUC non utilizzati possono essere restituiti all’aeroporto al tasso di cambio giornaliero in Euro prima della partenza. Si consiglia di presentare la ricevuta dell’acquisto del CUC fin dall’inizio del viaggio.

A Cuba “dispositivi con GPS” sono ufficialmente vietati e smartphone come l’iPhone e l’iPad non potevano essere importati tempo fa. Ma ora ogni viaggiatore ed i locali ne hanno uno. In realtà, l’introduzione di questo dispositivi non è assolutamente un problema. Quando entri nel paese, a nessuno importa del tuo telefono. Questa è una grande fortuna, perché è possibile accedere alle mappe offline per la navigazione e orientarsi con il segnale GPS.

Attualmente, l’importazione di dispositivi abilitati al GPS, compresi gli smartphone abilitati al GPS, è (teoricamente) vietata. Come ho detto: “teoricamente”. Non abbiamo mai sentito parlare di un caso in cui i funzionari doganali cubani hanno preso un telefono cellulare quando qualcuno è entrato nel Paese. Lo stesso vale per i localizzatori GPS.

Continuiamo a sentire che i dispositivi abilitati al GPS non funzionano a Cuba. Non è proprio vero. Nella Sierra Maestra avevamo un localizzatore GPS con noi durante la nostra escursione e funzionava benissimo.

Nel frattempo, le leggi in questo settore sono state allentate passo dopo passo. Tuttavia, la navigazione GPS non è consentita a Cuba fino ad oggi. È meglio avere una mappa in anticipo o scaricare una mappa offline. È quello che facciamo quando siamo fuori da Cuba Buddy.

Una raccomandazione che usiamo noi stessi è “Map of Cuba offline”.

Se hai bisogno di ulteriori suggerimenti, contattaci. Le applicazioni attuali hanno vantaggi come liste delle strada, mappe, punti di interesse ecc. ed è anche possibile inserire il proprio alloggio.

Informazioni importanti durante il viaggio

Le descrizioni riportate di seguito sono tratte dal sito degli Affari Esteri tedesco (https://www.auswaertiges-amt.de/DE/Laenderinformationen/00-SiHi/KubaSicherheit.html). Quanto trascritto è ritenuto una fonte attendibile di informazioni sulle caratteristiche di Cuba.

“Per i turisti che viaggiano all’estero, gli autobus (Viazul), i tour organizzati in autobus, ma anche le auto a noleggio sono le principali opzioni per i viaggi di andata e ritorno nel paese, anche se i viaggi in autobus sono meno problematici in termini di sicurezza stradale.
Cuba soffre di penuria di energia. Per risparmiare energia elettrica, l’elettricità viene disinserita al di fuori dei centri turistici (importante per i singoli viaggiatori!), il che può anche portare a problemi di approvvigionamento idrico e di comunicazione.
I cubani hanno bisogno del permesso delle autorità per qualsiasi tipo di affari privati. Pertanto, oltre che per il rischio di rapine, viene espressamente messo in guardia contro i taxi privati che non appartengano ad una società di taxi ufficiale e siano contrassegnati di conseguenza. Allo stesso modo si dovrebbe chiedere l’autorizzazione ufficiale prima di alloggiare in abitazioni private (anche nel caso di conoscenti), poiché altrimenti si temono difficoltà con la polizia per entrambe le parti.

Casas Particulares: Cuba è diversa dalla maggior parte dei Paesi del mondo. A un cubano non è permesso di ospitare turisti nella sua casa. Per questo, la gente del posto a Cuba ha bisogno di una licenza. Chiunque acquisisce questa licenza può affittare camere nella sua casa e chiamarla “Casa Particular”. Tutte le Casas Particulares sono registrate e possono essere riconosciute dal segno bianco/blu sul muro esterno. Come in ogni hotel, tutti i viaggiatori sono annotati qui. Le famiglie hanno bisogno del passaporto e del visto turistico. Gli hotel statali sono un’alternativa se siete alla ricerca di un posto per dormire ma non per farsi un’idea della cultura cubana.

I viaggiatori dovrebbero fare copie dei loro documenti e conservare gli oggetti di valore in luoghi diversi o in una cassaforte.
E’ meglio non fotografare code di acquirenti, case fatiscenti, ecc. in quanto le persone colpite reagiscono in modo sempre più aggressivo. Inoltre, le installazioni militari (aree ed edifici limitati) e i convogli di veicoli ufficiali non possono essere fotografati. Non tutte le installazioni militari o le aree riservate a Cuba sono recintate o chiaramente identificabili come tali. Devono essere seguite le istruzioni e le richieste del personale di sicurezza.
È vietato fumare nelle aree pubbliche chiuse a chiave (es. negozi, cinema, uffici, taxi, autobus). Nei ristoranti, il fumo è consentito solo nelle aree fumatori appositamente attrezzate.
“Anche se si trovano piccole quantità di droga per uso personale, sono previste drastiche sanzioni. Il possesso di piccole quantità di droga da parte di stranieri è punito anche come contrabbando di droga. La pena è da 4 a 30 anni di reclusione, con la pena di morte per i casi particolarmente gravi. Per l’azione penale dopo incidenti stradali, vedi sopra alla voce “Traffico stradale”. I visitatori dovrebbero astenersi dall’attività politica, che può essere punita con alte pene detentive”.

Cuba è molto sicura per i suoi abitanti e per i turisti. Questo è dovuto anche al fatto che i cubani sanno quanto siano importanti i turisti per l’economia del loro Paese. Tuttavia, si raccomanda di prestare attenzione a quanto segue:
Non visitare da solo distretti completamente sconosciuti con oggetti di valore come costosi gioielli, macchine fotografiche ecc. devono essere indossati nascosti sul corpo o lasciati nella cassaforte dell’hotel, soprattutto se si è fuori di notte o in zone poco illuminate. Vi consigliamo di fare anche una copia del passaporto e di lasciare tutti i documenti originali, documenti d’identità, biglietti aerei e grandi somme di denaro nella cassaforte dell’hotel. Le frodi e i furti sono sempre più frequenti e, occasionalmente, vengono commessi anche furti o reati violenti. Per gli aeroporti cubani, si consiglia di portare con sé nel bagaglio a mano oggetti di valore. Prestare attenzione anche durante la foratura dei pneumatici e nelle stazioni di servizio, poiché i ladri usano la distrazione degli occupanti del veicolo quando cambiano i pneumatici o fanno rifornimento di carburante per rubare oggetti di valore e bagagli senza essere visti.

In linea di principio, Cuba è una destinazione a lungo raggio molto sicura. Il Paese può essere facilmente visitato da soli. Naturalmente, a Cuba si applicano le stesse regole che in qualsiasi altro paese. È meglio portare il portafoglio nella tasca anteriore dei pantaloni. Oggetti di valore come la macchina fotografica e il telefono cellulare dovrebbero essere tenuti ben in vista. Sulla spiaggia tenere sempre d’occhio gli oggetti di valore e con gli autostoppisti bisogna prestare molta attenzione. Se portate con voi tutti i vostri soldi, è meglio distribuirli su diverse parti del vostro corpo. La quantità di denaro trasportato non deve essere visibile. Non diversamente dalle grandi città di altri Paesi, a L’Avana e Santiago de Cuba si deve prestare molta attenzione. Poiché a Cuba possono verificarsi uragani o terremoti, è necessario seguire le previsioni meteo regionali e familiarizzare con il comportamento in caso di sisma.

In generale Cuba è un Paese molto sicuro anche per le donne che viaggiano da sole, non si sono verificati casi di violenza sessuale o di altro tipo contro le donne. Non ci si deve permettere di lasciarsi turbare dai tentativi di flirtare dei cubani, che li esprimono con fischi e complimenti. Non sono affatto offensivi, ma semplicemente appartengono allo stile di vita cubano.

Cuba ha due valute: Il Peso cubano (CUP) che è la moneta locale, e il Peso convertible (CUC) per i turisti. 1 CUC corrisponde a 24 CUP.
Osservate attentamente le banconote quando le cambiate in un ufficio di cambio. Può succedere che vi siano pagati pesos cubani, che sono confusamente simili alla valuta turistica (CUC). Il modo più sicuro è cambiare il denaro presso l’hotel, gli uffici di cambio ufficiali o le banche, dove ci si può aspettare lunghe code. È necessario il Peso Convertible per tutte le strutture turistiche. Portate con voi contanti in Euro e cambiateli in Pesos Convertibles direttamente in aeroporto.
È inoltre possibile scambiare Pesos Convertibles con Pesos Cubanos negli uffici di cambio. È possibile utilizzare il Peso Cubano, ad esempio, presso l’agro mercato, stand di frutta e verdura, bancarelle di snack, trasporti pubblici, mercatini delle pulci, ecc. Molti venditori ora accettano entrambe le valute.

A Cuba le carte Visa funzionano meglio in quasi tutte le città cubane. Le carte Mastercard possono causare problemi ai bancomat, ma è possibile utilizzarle per prelevare contanti agli sportelli bancari (attenzione: code).

Poiché non vi è alcuna garanzia che gli sportelli automatici funzionino, è opportuno portare con sé una quantità sufficiente di contante. Anche la fornitura di distributori automatici lascia molto a desiderare. I bancomat si trovano principalmente a L’Avana, a Santiago e a volte anche nelle città più piccole. Come per i pagamenti con carta di credito, l’uso degli sportelli automatici è soggetto a un’imposta del 10%. È preferibile prelevare il meno possibile denaro contante presso gli sportelli automatici delle banche, al fine di evitare costi inutili. In casi isolati, può purtroppo accadere che una carta di credito venga trattenuta dal bancomat durante il processo. Non c’è bisogno di disperarsi se accadesse. Se avete problemi con la vostra carta di credito, potete contattare l’agenzia di servizi Centro de Tarjetas Fincimex SA presso l’Hotel Habana Libre (Tel.: 0053 7 554466).

La rete elettrica cubana funziona con 110 V/60 Hz di corrente alternata. Le prese e le spine sono di design americano, quindi si consiglia vivamente di portare con sé un adattatore. Di tanto in tanto ci sono prese 220 V. È importante sapere che Cuba soffre di cali di energia. Al fine di risparmiare energia elettrica, l’elettricità viene disattivata soprattutto al di fuori dei centri turistici, il che può anche portare a problemi di approvvigionamento idrico e di comunicazione.

Guidare a Cuba non è un problema, è molto sicuro. Ma cerca di liberarti da tutti gli stili di guida troppo europei, perché nel traffico stradale cubano troverai ogni tipo di autista, da quello rilassato dei Caraibi a quello vivace Latino. Le condizioni stradali e la segnaletica dipendono interamente dalla regione, come in tutta l’America Latina. Le destinazioni turistiche e le principali vie di comunicazione hanno cartelli in diverse lingue europee, mentre “allarme buche” e “assenza di segnaletica” sono spesso all’ordine del giorno su percorsi remoti.
Un’altra piccola particolarità si trova presso i distributori di benzina, disponibili su tutto il territorio nazionale e non a corto di carburante, ma assicuratevi che NON sia un distributore pagato con CUP per la gente del posto, perché come turista non ci si può fare rifornimento. È possibile fare rifornimento in qualsiasi stazione di servizio dove si paga in CUC. Queste stazioni visibili e ben segnalate. Tuttavia, dovreste naturalmente essere consapevoli delle peculiarità nazionali, come ad esempio un distributore di benzina che non è stato rifornito o che purtroppo non ha elettricità durante la vostra visita (importante quando si paga con carta di credito).
Tuttavia, i viaggi notturni dovrebbero essere evitati a causa dei piccoli inconvenienti del traffico stradale e dell’illuminazione stradale, in modo che tutti arrivino a destinazione in modo sicuro. Vi preghiamo di non lasciarvi scoraggiare da questi messaggi: guidare a Cuba ne vale sempre più la pena. Esplorare da soli paesaggi di bellezza unica o conoscere il Paese e la sua gente in un modo completamente diverso funziona ancora meglio in macchina.

Le informazioni trascritte di seguito provengono dal sito del Ministero degli Affari Esteri tedesco (https://www.auswaertiges-amt.de/DE/Laenderinformationen/00-SiHi/KubaSicherheit.html).
“Nel traffico stradale, il rischio aumenta a causa di condizioni stradali sfavorevoli, scarsa illuminazione, comportamento di guida imprevedibile e inadeguatezze tecniche (assenza di illuminazione, guasti ai freni, ecc.). I cubani comunicano nel traffico stradale anche attraverso un sistema di segnali manuali inizialmente incomprensibili agli stranieri.
E’ illegale guidare sotto l’influenza dell’alcol. Inoltre, è vietato il consumo di alcol nell’abitacolo di un’automobile, anche per i passeggeri. Non è consentito trasportare alcol nell’abitacolo dell’automobile se il consumo è evidente.
In caso di incidenti che comportano lesioni personali e degli altri turisti, la persona può essere interdetta a lasciare il Paese per diverse settimane e può anche essere trattenuta in custodia cautelare. Se delle persone vengono ferite o uccise, i conducenti stranieri sono talvolta condannati a pene detentive.
I viaggi notturni via terra dovrebbero essere evitati a tutti i costi a causa delle cattive condizioni della strada, dei veicoli non illuminati (come i ciclisti e i carri trainati da cavalli), dei pedoni e del bestiame sulla strada.
Le auto a noleggio a Cuba sono spesso in cattive condizioni tecniche e ottiche. Quando si noleggia un’auto, è necessario prestare particolare attenzione alle condizioni tecniche del veicolo e documentare in dettaglio eventuali danni precedenti (incluse le foto, se necessario). Ci sono stati casi di turisti che si sono trovati di fronte a richieste di risarcimento danni apparentemente ingiustificati al momento della restituzione del veicolo. L’assicurazione obbligatoria per il noleggio auto offerta a Cuba non soddisfa gli standard europei. Ciò vale in particolare per la piccola somma assicurata per danni alle persone. Occorre pertanto prendere in considerazione la conclusione di un’assicurazione complementare in Italia.
Per i viaggi in auto è necessaria la massima attenzione. Gli incidenti con lesioni personali che coinvolgono anche altri turisti si ripetono continuamente. In tali casi, ci si deve attendere un divieto di uscita ed eventualmente anche la detenzione preventiva. Se delle persone vengono ferite o uccise, i conducenti stranieri sono a volte condannati a pene detentive severe”.

In caso di problemi durante il viaggio, contattate innanzitutto i numeri di emergenza dei nostri partner locali elencati nei documenti di viaggio. Potete raggiungerci al numero di Berlino o via SMS mobile al numero: +49 0176/4320204778. I contatti con le ambasciate sono i seguenti:
Ambasciata della Repubblica di Cuba
Milano: Via Giovanni Battista Pirelli, 30, 20124
Roma: Via Licinia, 7, 00153
Email: embajada@ecuitalia.it

Prenotazione

Per i tour cubani vale generalmente quanto segue: gli hotel elencati nell’offerta sono soggetti a disponibilità al momento della prenotazione, purtroppo non esiste una garanzia del 100% sugli hotel elencati. Se gli hotel da noi pubblicizzati sono al completo, ci riserviamo il diritto di ospitare i viaggiatori in hotel equivalenti. A Cuba, l’overbooking porta spesso ad un cambio di hotel con breve preavviso. Ci rivolgiamo qui alla vostra comprensione della cultura.
Se apprezzate gli hotel speciali (e siete meno flessibili) è consigliabile prenotare in anticipo. Soprattutto in alta stagione gli alloggi migliori sono rapidamente prenotati. Si consiglia pertanto di prenotare almeno sei mesi prima dell’inizio del viaggio. Cuba è attualmente molto popolare come destinazione turistica: la domanda è molto elevata, ma la capacità è molto limitata. Tuttavia, desideriamo sottolineare che i cambiamenti di hotel possono verificarsi nonostante le prenotazioni anticipate. Il sistema di prenotazione governativo a Cuba, attraverso il quale la maggior parte delle agenzie prenota, è molto complesso. La prenotazione di singoli servizi può richiedere del tempo. Vi preghiamo di avere comprensione e un po’ di pazienza.

Se ci contattate, vi contatteremo telefonicamente entro un giorno lavorativo (lun-ven) per parlare del viaggio e preparare un’offerta in breve tempo.
Quando siete pronti a prenotare, vi invieremo un ordine di prenotazione via e-mail, che dovrete compilare, firmare e restituirci per iniziare ufficialmente la prenotazione.
Poi prenotiamo i servizi accordati nella vostra offerta con i nostri partner locali e, non appena tutto è confermato, vi invieremo una conferma di prenotazione e una fattura di acconto, che corrisponde al 20% del prezzo del viaggio. Se desiderate acquistare i vostri visti turistici attraverso di noi, saranno inclusi nella fattura dell’acconto e, non appena il pagamento sarà effettuato, entro 7 giorni riceverete per posta elettronica il voucher di sicurezza del viaggio insieme alla fattura e, in un momento successivo, il visto turistico (se prenotato). Il saldo (80% del prezzo del tour) deve essere pagato un mese prima del viaggio.
Riceverete i vostri documenti di viaggio con informazioni sui singoli servizi di viaggio, buoni e contatti di emergenza non più tardi di 14 giorni prima dell’inizio del viaggio.
Se avete ulteriori domande, potete naturalmente chiarirle con noi e poi partire!

Eure Kuba-Reise und Corona

Trotz der aktuellen Situation und der damit einhergehenden Einschränkungen und Veränderungen sind wir natürlich weiterhin für Euch da!

Wir stehen im ständigen Kontakt mit unserem Team in Havanna und beobachten die Lage. Sollte sich irgendetwas an der aktuellen Situation ändern, melden wir uns selbstverständlich bei Euch.

Bleibt gesund und bleibt Kuba treu!